Tecnica Industriale

Forni di cottura

Il metodo più efficace per rendere più veloce e quindi più economica l’operazione di essiccazione e di polimerizzazione delle vernici è quello di utilizzare a tale scopo appositi forni.
Il fattore principale che influenza il processo di essiccazione e polimerizzazione è la temperatura.
Il controllo della temperatura è ottenuto tramite strumenti di misurazione che trasmettono il segnale dalla zona di cottura alla fonte di calore.
Esistono forni di cottura a differenti dimensioni, forma e con diverse fonti di energia.
Le caratteristiche che determinano il tipo di forno è il principio col quale le fonti di energia si trasmettono sul film di vernice.

I forni si differenziano in gruppi :
þ forni statici
þ forni a tunnel continui

Nei forni statici i pezzi sono depositati a lotti e stazionano per tutto il ciclo di essiccazione o polimerizzazione.
Nei forni a tunnel i pezzi sono caricati continuamente tramite convogliatori aerei in continuo o a scatti.
Sono usati per grandi produzioni, essi possono assumere diverse forme e dimensioni in funzione al tipo di carico. Possono avere porte di chiusura a veli d’aria che impediscono la perdita di aria calda. Il riscaldamento può essere effettuato tramite diversi fluidi riscaldanti, quali vapore, acqua calda, gas, gasolio, olio diatermico, assorbimento di raggi infrarossi.

Share by: